#

IL RISCALDAMENTO GLOBALE

Non c’è dubbio: la Terra subisce giorno dopo giorno un cambiamento climatico che sta diventando una vera e propria emergenza. Tutti noi dobbiamo fare i conti con il riscaldamento del nostro pianeta perché sono anche le nostre scelte che lo causano e che quindi possono rallentarlo e anche fermarlo.


Sin dai tempi antichi il clima della Terra ha sempre subito variazioni della sua temperatura, ma negli ultimi anni il cambiamento sta avvenendo troppo rapidamente. La causa dell’aumento delle temperature è rappresentata dalle attività dell’uomo, come per esempio la produzione di gas serra, metano e anidride carbonica, che, una volta immessi nell’atmosfera, intrappolano il calore emanato dai raggi del sole.

Questo fenomeno sta avendo e avrà conseguenze enormi sul globo terrestre tra cui l’innalzamento del livello dei mari, lo scioglimento dei ghiacci dell’Artide e dell’Antartide, l’aumento di fenomeni meteorologici estremi, l’acidificazione degli oceani e non solo.


C’è qualcosa che si può fare?


Già da diversi anni, più precisamente dal 2015 in seguito alla Conferenza di Parigi sui Cambiamenti Climatici, i Paesi della UNFCCCC (United Nations Framework Convention on Climate Change) hanno come obiettivo la riduzione dell’immissione di gas serra nell’atmosfera e la stabilizzazione dei livelli di quelli già presenti. La comunità scientifica ritiene che sia un’ottima soluzione per tentare di bloccare in qualche modo questa emergenza. Infatti, gli scienziati hanno previsto che le temperature non smetteranno di aumentare durante tutto il nostro secolo e anche durante il prossimo, creando conseguenze differenti a seconda delle aree della Terra. In alcuni casi si avranno benefici per le attività dell’uomo grazie a stagioni fredde più corte, ma in altri casi gli effetti saranno dannosi come per esempio lunghi periodi di forte siccità.

Bisognerà adeguarsi a questi cambiamenti, infatti la seconda strategia è proprio l’adattamento. Ognuno di noi può fare la sua parte scegliendo in modo consapevole, non mettendo la testa sotto la sabbia, ma comportandosi in modo responsabile a partire dalle piccole azioni quotidiane. Come? Per esempio usando i mezzi pubblici o la bicicletta e optare per l’auto solo in condivisione, controllare in modo adeguato la temperatura della propria abitazione senza esagerare riscaldando troppo in inverno e raffreddando troppo in estate, non c’è bisogno. Informarsi sempre è importante per agire in modo giusto e salvaguardare il nostro pianeta.